chi-può-fare-pole-dance

Se la pole dance e la lap dance sono uguali perché c’è un palo, allora anche il calcio e la pallavolo sono la stessa cosa perché c’è una palla.

Quante volte avete sentito dire che pole dance e lap dance sono uguali? Nell’ultimo periodo grazie alla tv questo concetto è stato in gran parte superato ma il dubbio ancora rimane. La pole dance è una danza acrobatica sul palo perché è un mix di ginnastica/danza e come tale ha alti livelli di difficoltà che nulla centrano con la lap dance.

La seconda frase più detta e sentita è “vorrei fare pole dance ma…” 

  • non sono abbastanza forte e non faccio sport da un sacco di tempo
  • non ho mai fatto danza o ginnastica artistica, non sono per niente flessibile
  • non so se mi sentirei a mio agio mezza nuda in mezzo ad altra gente, mi vergogno
  • poi divento troppo grossa
  • mi sembra uno sport un po’ volgare
  • non credo di esserne capace, mi sembra molto difficile

Chi può fare pole dance?

Tutti. Si può iniziare pole dance senza avere nessuna base sportiva! Stai pensando che è impossibile? E invece è proprio così, chi inizia a fare pole dance arriva da scenari diversissimi fra loro: c’è chi ha fatto in passato ginnastica artistica ed è più flessibile, chi ha fatto danza ed è più elegante oltre che avere delle punte incredibili, chi ha fatto pesi e non ha problemi a trazionarsi per ore e chi ha semplicemente guardato la tv e fatto le ore di ginnastica a scuola.

Tutti possono iniziare ed imparare, l’unica cosa che fa realmente la differenza e la bravura è la costanza, l’allenamento continuo e la determinazione a raggiungere quell’obbiettivo. Alcune campionesse mondiali nelle loro interviste hanno dichiarato di non essere partite da basi incredibili come si poteva immaginare ma di averle create allenandosi in ogni momento utile.

La pole dance è difficile ma ci si arriva per gradi

Certo che non è uno sport per tutti, bisogna già prepararsi mentalmente alla fatica e a sudare parecchio, anche in inverno. Se stai cercando uno sport in cui impegnarti a metà e “mantenerti in forma” hai sbagliato completamente. Le lezioni di pole dance sono articolate in mezz’ora di potenziamento con addominali, flessioni, spaccate ed esercizi mirati per le braccia e mezz’ora di figure al palo, di cui i primi 10-15 minuti sono trazioni e potenziamento per la resistenza.

Con questo metodo si sviluppa gradualmente la forza necessaria per sostenere il proprio peso al palo e si inizia a prendere confidenza con esso, a partire dai primi lividi e dolori perché ogni figura svolta corrisponde a una fitta di dolore d’altronde il palo è in acciaio e noi no. Con il tempo ci si abitua a tutto e si sentirà sempre meno come si svilupperanno sempre meno lividi. Se sei preoccupata che questi si possano vedere e metterti in imbarazzo non perderti l’approfondimento su come farli guarire e renderli invisibili.

pole-dance-moves

Quanto tempo ci vuole per fare le prime figure e vederne i risultati?

Questo dipende solo da te e da quanto ti alleni. Se fai lezione in palestra due volte a settimana e abbini degli addominali o piegamenti sulle braccia raggiungerai più in fretta il tuo obiettivo, altrimenti ci metterai di più. Ogni sforzo è ben ricompensato in questo sport. Già dalla prima lezione inizierai a fare cose che non avresti mai pensato di fare: girare sul palo, sedercisi, camminare intorno.

Dopo qualche mese farai la tua prima inversione a testa in giù e prima che tu lo chieda anche la straddle v di Belen del famoso video della sua prima lezione. Dipende tutto da dove parti, se prima di adesso hai sempre fatto ginnastica artistica allora anche tu probabilmente potrai farla alla prima lezione ma se parti da zero ci dovrai arrivare progressivamente.

Mai disperarsi e mai mollare, le giornate no capitano a tutti come puoi leggere nei precedenti articoli ma passano e anche quelle servono a migliorare.

  • ripetere, ripetere e ripetere: serve per preparare il nostro corpo e sviluppare la forza necessaria a raggiungere il livello della figura che vorremmo acquisire
  • pensare di farcela: se partiamo con i giusti intenti raggiungeremo la figura prima rispetto al provarla con la convinzione del fallimento
  • no ai paragoni: ognuno è unico e diverso, dobbiamo seguire i nostri tempi qualsiasi esso sia senza vergognarci se qualcuno ci osserva
  • lasciare fuori le preoccupazioni: può capitare di arrivare ad allenamento tese per la giornata o con un pensiero in testa, ma non dobbiamo farci condizionare troppo al punto da pensare che non sia giornata o che il palo scivoli troppo

Non sono flessibile

Come per la pole dance anche la flessibilità si impara per gradi, ovviamente c’è chi è più predisposto ma per tutti è possibile raggiungere buoni risultati sempre con l’allenamento. Se questo è il tuo chiodo fisso, come lo è per me che ho sempre la paranoia di essere un tronco di legno, sapevi che 3 minuti al giorno per 11 settimane possono fare il miracolo? Nella guida che trovi al link evidenziato puoi scoprire come fare e di cosa si tratta.

Sono troppo grossa per fare pole dance o migliorare

Bene se è questa la vostra scusa guardate questo video e giudicate da sole.

Decisamente sono solo scuse, se si vuole veramente qualcosa si è disposti a tutto per ottenerla dipende solo quanto è importante per noi. 

Se la seconda scusa è sono troppo vecchia dovreste sapere che esistono le categorie di gara over 50 e internet pullula di affascinanti vecchiette che a 70 e passa anni praticano perfettamente pole dance con spaccate invidiabili.

Detto questo, quale nuova scusa avete per non provare pole dance? Per trovare l’ispirazione necessaria potete visitare la bacheca Pinterest di Rosegold “Pole Dance Soul”.

Share the Rosegold in the World!

rosegold

 

 

 

Rosegold