Tra le mie ferrate preferite c’è quella sul Lago d’Idro, più che essere una ferrata è un percorso attrezzato a sfioramento del lago. Questo si sviluppa lungo la sponda orientale del lago e collega il molo del battello di Vesta (BS) a quello di Baitoni (TN) e nei mesi estivi è possibile tornare in battello.

Per chi non è mai stato al Lago d’Idro, questo è il tipico luogo che ti invita a scoprire la natura in un ambiente pulito e incontaminato. Mi capita spesso di pensare che al mondo ci siano un’infinità di destinazioni poco conosciute che sicuramente meritano una visita, magari nel week end invece che passarlo al solito centro commerciale, se solo sapessimo dove sono e cosa vedere. Ecco, se come me siete sempre alla ricerca di una nuova meta per le domeniche, un ottimo posto da considerare è il Lago d’Idro, in provincia di Brescia nella meravigliosa Valle Sabbia.

Il Lago d’idro è di origine glaciale e per la sua forma, stretta e lunga, ha una conformazione molto particolare, che a me ricorda i fiordi. Le coste di questo lago sono fiancheggiate da montagne che scendono ripidissime verso l’acqua, ideali per una suggestiva ferrata. Un panorama che non ha nulla da invidiare alla Norvegia o al Canada!

Il sentiero della Ferrata Sasse è abbastanza facile, si sviluppa quasi sempre in orizzontale tranne che per alcuni tratti verticali attrezzati tramite staffe. La parte più bella è sicuramente quella del ponte tibetano sospeso sopra il lago, poco prima della terza uscita di sicurezza. Il tempo di percorrenza è sulle due ore e mezza e in alcuni punti è possibile fermarsi a mangiare sulla riva del lago, godendosi il panorama. 

Per il ritorno noi abbiamo optato per il sentiero dei contrabbandieri, percorso parallelo alla ferrata ma situato più in alto dal quale si può godere di una vista unica su tutto il lago, percorrendo il bosco sovrastante. Imboccando questa via in un ora e un quarto siamo tornati al molo del battello di Vesta, dove avevamo parcheggiato l’auto.

Se il percorso non vi è bastato ed avete ancora energie, una visita è d’obbligo alla Rocca d’Anfo, fortezza utilizzata dall’Esercito Italiano ora in stato d’abbandono. Il tour completo richiede 4 ore e si può effettuare nei weekend prenotando la visita guidata, obbligatoria e gratuita.

Relazione tecnica ferrata

Lunghezza totale del tracciato: 4700 mt (compresi i sentieri di accesso)
Lunghezza della via ferrata: 2400 mt
Dislivello massimo:
 94 mt
Tempi di percorrenza sentieristica di accesso: h 0,40
Tempi di percorrenza via ferrata: h 2,40

Rientro al punto di partenza

A ritroso per la via ferrata

Dal sentiero dei contrabbandieri: h 1,40

Attraverso il battello: h 0,15 naturalmente nei mesi estivi

Attrezzatura: set da ferrata (casco, imbrago, set ferrata, moschettone e cordino per soste in sicurezza, non dimenticatevi i guanti per non rovinarvi le mani sul filo d’acciaio)

Paesaggistica del Lago d’Idro

  • Lago: lago alpino, circondato da monti boscosi
  • Montagna: passeggiate di ogni livello e panorami bellissimi
  • Sport: possibilità di praticare sport a diretto contatto con la natura
  • Cultura: paesi di origine medioevale, chiese e fortezze militari
  • Gastronomia: trattorie, ristoranti tipici e prodotti locali
  • Gite: escursioni in macchina della durata di una giornata

Un modo alternativo di visitare il Lago d’Idro e di passare una giornata all’insegna dello sport, voi ci siete già stati? Se volete organizzare al meglio la vostra ferrata a questo link trovare la mappa e le informazioni utili del percorso.

Share the Rosegold in the World.

Rosegold